#BookChallange2018: Un libro Horror

Come già anticipato in pagina, quest’anno ho deciso di partecipare alla Book Challange. Ci ho provato mille volte, ma poi mi sono sempre persa a metà strada!

Quest’anno ho scelto di sfidarmi e provare a finirla. Ma sapete cos’è una Book Challange? Ci sono varie iniziative su Facebook, ma io partecipo a due per adesso. Consiste nel ricevere una lista di libri (tra i 40 e 50) e avere un anno di tempo per terminarla. Quella da cui ho iniziato io sono di 40 libri, e se siete incuriositi o volete partecipare, basta iscriversi al gruppo Facebook Book Challange iRead / Leggendo a Bari [2018].

Doctor_Sleep

E io ho cominciato con i libri che avevo in lista e non avevo ancora letto. La prima spunta che ho (quasi) messo, perchè in realtà non ho ancora terminato il libro, ma avevo voglia di parlarvene assolutamente, è il Dr Sleep di Stephen King.
Chi è amante, come me del genere, conosce molto bene Shining. Chi “solo” per il film di Kubrick, chi per aver letto anche il romanzo scritto da King. Questo è il seguito. Qui si racconta del bambino che nel film vediamo girare con il triciclo, nonchè Danny Torrence.

D sleep

Il bambino scappa dal Colorado insieme alla madre rifugiandosi in Florida, ma gli incubi generati dall’hotel, l’Overlook, non vogliono lasciarlo in pace. Grazie all’aiuto del suo amico Dick Halloran ( che è lo stesso che li salverà dall’hotel) impara a controllarli e a capire a fondo come usare lo Shining, anche detto luccicanza. Danny diventa adulto ma la luccicanza diventa un fardello, sempre più complicato da reggere. Alla fine cade nella dipendenza del padre, si perde nelle braccia dell’alcol. Vagabonda per l’America, pasando da un lavoro all’altro fino a quando non arriva nel New Hampshire, in un paesino immaginario dove il suo amico immaginario Tony gli fa capire di doversi fermare. Qui la sua vita cambia radicalmente.

Questo è un libro che non ti obbliga a leggere il predecessore, ma che ti invoglia a cercarlo, giusto per riempire quelle lacune che possano mancare. Non è il miglior libro di King, forse non arriverà ad avere il successo che ha avuto Shining, ma c’è da ammettere che non è nemmeno male. Come si fa a far crescere un bambino che avevi già traumatizzato in modo profondo? Rendendolo come il pare, tanto odiato, ma allo stesso tempo anche una persona totalmente diversa da lui. La potenza di King è riuscita a rendere veritiero il protagonista, che rispecchia ancora il bambino di Shining, ma che porta pure la tracce del trauma subito all’Overlook.

dan torrence

Il suo stile rimane inimitabile. Stephen King scrive in modo divino, nonostante sia di un genere come l’horror è molto scorrevole. Ti invoglia a scoprire quale mostro o nuova rivelazione si cela dietro la pagina. Ti invoglia a capire Dan, a entrare nella sua testa.

11 risposte a "#BookChallange2018: Un libro Horror"

Add yours

      1. Mi fa molto piacere che tu non ci abbia abbandonati: il tuo talento come blogger non deve andare sprecato.
        Colgo l’occasione per dirti che anch’io sono ripartito da poco, pubblicando un nuovo post sul mio blog: spero che ti piaccia! 🙂

        "Mi piace"

  1. Caspita, non sapevo di questa sfida, già 40 per me sono tanti! 😉 Interessante, mi era sfuggito il seguito di Shining, anche se ho solo visto il film (senza leggere il libro). Devo dire che come grande autore prediligo Ken Follett, di lui ho letto (quasi) tutto…! 🙂

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: