Martedì Libri Gialli: Elizabeth George

Chi mi conosce sa che amo leggere, ogni cosa, basta che mi ispiri. Ma sa anche che potrei stare sveglia anche la notte a leggere se si tratta di un  Thriller o un Giallo. Ne sono malata. Oggi vi parlo di una delle mie autrici preferite a riguardo: Elizabeth George.

Devo ammettere che ho iniziato per caso. Classico libro che ti regalano, che non sai se iniziare o meno. E poi.. l’innamoramento. Totale.  Ma andiamo con ordine e cominciamo da: chi è Elizabeth George?

Elizabeth george

Nata nel 1949 a Warren, in Ohio, Elizabeth George si trasferì ad appena diciotto mesi d’età sulla Costa Ovest degli Stati Uniti, nella zona di San Francisco perché i suoi genitori erano in cerca di un clima più mite.
Elizabeth è la seconda figlia di Robert Edwin, manager per una compagnia di trasporti e logistica, e Anne George, infermiera. Il suo fratello maggiore, Robert Rivelle George, è anche lui un autore.
Ha studiato Letteratura Inglese all’Università della California a Riverside e, mentre insegnava nelle scuole pubbliche, ha perfezionato la sua formazione con un master in Psicologia, al quale si sono aggiunti un dottorato onorario e un master onorario ottenuti in seguito ai successi nella sua carriera letteraria.

Dopo più di tredici anni di insegnamento ecco che questa autrice statunitense riesce a pubblicare il suo primo romanzo: è il 1988 e A Great Deliverance, da noi conosciuto come E liberaci dal padre (il famoso libro che mi hanno regalato e di cui mi sono innamorata).
E liberaci dal padre è una fosca vicenda gialla con sfumature molto nere, che prende piede dal ritrovamento di Roberta, una adolescente timida e introversa, accanto al corpo del padre, morto decapitato.
La ragazza confessa immediatamente le sue colpe, ma Lynley, convinto dal parroco del paese, che non riesce a credere alla colpevolezza della ragazza, comincia a occuparsi del caso.
Scavando nel passato scoprirà che sia la madre che la sorella di Roberta sono scomparse misteriosamente, e da lì si avvicinerà alla verità.

Elizabeth George - e liberaci dal padre

Elizabeth George sfrutta al massimo tutta la cultura accumulata sia nello studio della letteratura inglese che in quello della psicologia, e i due campi, accoppiati, danno vita a situazioni tipicamente di genere che spesso però richiamano dettagli e titoli della letteratura alta.
Lynley stesso (ovvero Lord Asherton), con l’educazione e cultura ricevute dall’Eton College e da Oxford, nasce come figura molto distante dai detective americani.

Elizabeth George - La miglior vendetta
Trama: Riunita nel maniero scozzese di Westerbrae, una compagnia teatrale londinese si appresta a leggere una nuova commedia. Ma, prima ancora che la serata si sia conclusa, la bellissima autrice viene trovata assassinata nel suo letto. In tutta fretta, dato che la stampa deve essere tenuta all’oscuro del delitto, vengono convocati l’ispettore Thomas Lynley di Scotland Yard e il sergente Barbara Havers.

Mi sono imposta di leggerli tutti. Anche per avere la completa collezione (ditemi che non sono l’unica malata a cui piace avere i libri lì, in bella vista sulla libreria) e per ora sono a tre. Eccovi la lista delle sue uscite con l’Ispettore Linley ( di cui, vi confesso, mi sono innamorata. Ma non facciamolo sapere al Cappellaio, se no son guai!)

E liberaci dal padre (A Great Deliverance, Longanesi 1988)
La miglior vendetta (Payment in Blood, Longanesi 1989)
Scuola omicidi (Well-Schooled in Murder, Longanesi 1990)
Il lungo ritorno (A Suitable Vengeance, TEA 1991)
Per amore di Elena (For the Sake of Elena, Il Giallo Mondadori n. 2423 del 1992, ristampato come Corsa verso il baratro da Longanesi 2008)
Dicembre è un mese crudele (Missing Joseph, Il Giallo Mondadori n. 2469 del 1993, ristampato da Longanesi 2010)
Un pugno di cenere (Playing for the Ashes, Longanesi 1994)
In presenza del nemico (In the Presence of the Enemy, Longanesi 1996)
Il prezzo dell’inganno (Deception on His Mind, Longanesi 1997)
Il morso del serpente (In Pursuit of the Proper Sinner, Longanesi 1999)
Cercando nel buio (A Traitor to Memory, Longanesi 2001)
Agguato sull’isola (A Place of Hiding, Longanesi 2003)
Nessun testimone (With No One as Witness, Longanesi 2005)
Prima di ucciderla (What Came Before He Shot Her, Longanesi 2006)
La donna che vestiva di rosso (Careless in Red, Longanesi 2008)
Questo corpo mortale (This Body of Death, Longanesi 2010)
Un castello di inganni (Believing the Lie, Longanesi 2012)
Un piccolo gesto crudele (Just One Evil Act, Longanesi 2014)
Le conseguenze dell’odio (A Banquet of Consequences, Longanesi 2015)

Li avete letti? Se lo avete fatto o lo farete, fatemi sapere cosa ne pensate!

Firma Articoli

13 risposte a "Martedì Libri Gialli: Elizabeth George"

Add yours

  1. Sicuramente è un’ autrice molto in gamba. I suoi scritti racchiudono la sua personalità. Adoro il genere giallo e sicuramente è molto bello avere i libri in bella mostra. Grazie per la segnalazione.

    "Mi piace"

  2. Devo dire che, pur amando moltissimo leggere, i gialli non sono proprio nelle mie corde. Però ti posso tranquillizzare: anche io, quando scovo uno scrittore che mi piace, colleziono e divoro, in brevissimo tempo, tutta l’intera sua bibliografia!

    "Mi piace"

  3. Mi piace leggere ma purtroppo ho poco tempo. Devo ammettere però che i gialli non sono proprio il mio genere preferito. Anch’io se trovo un autore che mi piace poi leggo tutti i suoi libri.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: